Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_portoalegre

Autoveicoli e Patenti di Guida

 

Autoveicoli e Patenti di Guida

SETTORE COMPETENTE

Settore Consolare
Sala 4, 3° piano
Orario al pubblico:
da Lunedì a Venerdì dalle 9:00 alle 12:00.

CONFERMA DI VALIDITÀ DELLA PATENTE DI GUIDA ITALIANA ALL’ESTERO NEI PAESI EXTRA-UE (RINNOVO PER SCADENZA)

Ai sensi dell’art. 126, co. 5-bis D.lgs. 285/1992 Codice della Strada, i cittadini italiani residenti o dimoranti per un periodo di almeno 6 mesi in Paesi extra UE e regolarmente iscritti all’AIRE del Consolato competente possono ottenere la conferma della validità della loro patente di guida italiana, scaduta da non più di tre anni e non rientrante nei casi previsti all’art. 119, commi 2-bis e 4 del Codice della Strada (patenti di conducenti affetti da diabete o la cui idoneità psicofisica deve essere certificata da apposite commissioni mediche). 

I cittadini italiani interessati dovranno effettuare la prevista visita medica per l'accertamento dei requisiti psichici e fisici, dopo di che questo Consolato Generale rilascerà apposito attestato di rinnovo, che potrà essere spillato alla patente o custodito separatamente.

La validitá della patente di guida rinnovata decorre dalla data del certificato medico rilasciato dal medico di fiducia del Consolato, da redigere sulla base del modello fornito dal Ministero dei Trasporti.

Il rinnovo effettuato presso una Rappresentanza diplomatica o consolare non è valido per circolare in Italia. Pertanto, una volta riacquisita la residenza o dimora in Italia, il cittadino italiano dovrà confermare nuovamente la patente di guida presso l'Ufficio Centrale del Dipartimento per i trasporti terrestri competente per il luogo di residenza.

Non usufruiscono di questo servizio i cittadini brasiliani in possesso di patente di guida italiana che siano stati residenti in Italia e che rientrano in Brasile.

CATEGORIE DI PATENTI DI GUIDA E PERIODO DI RINNOVO

Patenti A e B:

Rinnovo di 10 anni a chi non ha compiuto i 50 anni di etá;

Rinnovo di  5 anni a chi ha superato i 50 anni di etá.

Rinnovo di 3 anni a chi ha superato i 70 anni di etá.

Patenti C:

Rinnovo di 5 anni a chi non ha compiuto i 70 anni di etá;

Rinnovo di 3 anni a chi ha superato i 70 anni di etá.

Patenti D:

Rinnovo di 5 anni e valide solo fino al 65ºanno di etá.

PROCEDURA PER IL RINNOVO

1. Essere cittadini italiani iscritti all’AIRE di questo Consolato Generale da più di sei mesi.

2. Fissare un appuntamento direttamente con il medico di fiducia di questo Consolato Generale, che a seguito di visita medica rilascerà apposito certificato medico da presentare presso l’Ufficio Consolare.

3. Presentare un documento d’identità valido.

4. Portare la vecchia patente, che sia scaduta da non più di tre anni e in buono stato di conservazione.

5. Portare n. 1 fotografia formato 3,5cmx4cm, recente, senza data, a colori, frontale e con sfondo bianco.

6. Effettuare direttamente in Consolato il pagamento delle percezioni consolari.

COSTI DEL RINNOVO

- Per tassa da apporre sul certificato medico Reais 52,00 (conforme tabella tariffe consolari).

- Per tassa da apporre sull’attestato di rinnovo della patente Reais 109,00 (conforme tabella tariffe consolari).

- Resta a carico dei connazionali interessati al rinnovo l´incombenza della prenotazione della visita medica e del pagamento dell´onorario dovuto direttamente al medico di questo Consolato Generale.

Medico di fiducia di questo Consolato Generale:

Dr. José João Zanini Filho
Rua 24 de Outubro, 650 sala 501
90510-000 Porto Alegre (RS – Brasile)
Tel.: 055.51.3222.1080
Tel.: 055.51.9986.0135

GUIDARE IN BRASILE CON LA PATENTE DI GUIDA ITALIANA

Cittadini italiani non residenti in Brasile

I cittadini italiani, con età uguale o superiore a diciotto anni e in possesso di una patente di guida italiana in corso di validità, possono guidare un veicolo a motore per un periodo massimo di 180 giorni (dalla data di ingresso in Brasile). Per fare ciò possono, in alternativa:

A. Portare la patente di guida italiana in corso di validità accompagnata dalla rispettiva traduzione e da un documento d’identificazione (p. es., passaporto italiano) (Res. CONTRAN n. 360 del 29.09.2010).

B. Richiedere il Permesso internazionale di guida (cd. Patente internazionale) secondo il modello "Convenzione di Vienna 1968", che ha validità di 3 anni, ma sempre nei limiti di validità della patente italiana posseduta.

Per ottenere il Permesso internazionale di guida ci si deve recare presso un ufficio della Motorizzazione Civile e seguire la procedura sotto indicata:

1. Compilare modello TT 746.

2. Produrre l’attestazione del versamento di Euro 9,00 sul c/c  9001 e di Euro 14,62 sul c/c 4028 (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione).

3. Allegare una marca da bollo da Euro 14,62 e due foto recenti, di cui una autenticata.

4. Presentare anche la patente di guida in corso di validità e relativa fotocopia fronte-retro.

(Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti).

Decorso il periodo di 180 giorni di permanenza regolare in Brasile, nel caso in cui i cittadini italiani abbiano intenzione di continuare a guidare in territorio brasiliano, dovranno sostenere gli Esami di Attitudine Fisica e Mentale e Valutazione Psicologica e di Guida, nei termini dell’articolo 147 del  “Código de trânsito brasileiro”, relativamente alla propria categoria, al fine di ottenere la “Carteira Nacional de Habilitação”.

Molto severa è la normativa brasiliana sulla guida in stato di ebbrezza (la “Lei seca” prevede la punibilità anche per la minima presenza di alcol) e sui limiti di velocità, oggetto di diffuso controllo (soprattutto nelle città) per mezzo di rilevatori elettronici.

NOTA: Questo Consolato Generale non effettua traduzioni di documenti né rinnova le patenti internazionali.

Cittadini italiani residenti in Brasile

Non esiste, al momento, un accordo bilaterale in vigore tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Federativa del Brasile, sulla conversione della “Patente di guida italiana” in Brasile e vice-versa. I cittadini italiani, regolarmente residenti in Brasile, con età uguale o superiore a diciotto anni, potranno guidare nel territorio nazionale brasiliano sostituendo la propria patente originale per l’equivalente nazionale, presso l’organo o ente esecutivo di transito degli Stati o del  Distretto Federale – “DETRANs” e sostenendo gli Esami di Attitudine Fisica e Mentale, Valutazione Psicologica e di Guida, relativamente alla propria categoria, al fine di ottenere la “Carteira Nacional de Habilitação”.

GUIDARE IN ITALIA CON LA PATENTE BRASILIANA

Cittadini brasiliani non residenti in Italia

I cittadini brasiliani non residenti in Italia, o residenti per un periodo massimo di un anno, per guidare un veicolo a motore nel Paese possono, in alternativa:

A. Produrre, in Italia, la traduzione giurata della “Carteira Nacional de Habilitação” brasiliana. La “CNH” brasiliana deve essere in corso di validità e accompagnata dalla traduzione ufficiale. (art. 135, D.lgs. 285/1992 Codice della Strada).

B. Richiedere, in Brasile, la  “Permissão Internacional para Dirigir” (PID), emessa dai dipartimenti di transito degli Stati (DENATRAN). La Convenzione di Vienna del 1968 ha standardizzato il modello di patente di guida, facilitando così l’identificazione dell’autista e del veicolo che può guidare.

NOTA: La guida di un veicolo a motore senza la necessaria autorizzazione potrà far incorrere in contravvenzione e ritiro del veicolo.

(Fonte: Consolato Generale del Brasile in Milano).

Cittadini brasiliani residenti in Italia

Non esiste, al momento, un accordo bilaterale in vigore tra la Repubblica Federativa del Brasile e la Repubblica Italiana, sulla conversione della “Carteira de Habilitação Brasileira” in Italia e vice-versa. Pertanto, i brasiliani con residenza stabile in territorio italiano (iscritti all’Anagrafe dei propri Consolati brasiliani in Italia), devono obbligatoriamente sostenere tutti gli esami teorici e pratici richiesti in Italia per l’emissione della Patente di guida italiana.

NOTA: La guida di veicolo a motore senza la necessaria autorizzazione potrà far incorrere in contravvenzione e ritiro del veicolo per un periodo di tre mesi.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Autoveicoli e patenti di guida - Sito web del Ministero degli Affari Esteri (Farnesina)

Circolare Min. Trasporti n. 107/1997

Consolato Generale del Brasile in Milano

Denatran

D.lgs. 285/1992 Codice della Strada

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Risoluzione CONTRAN n. 360 del 29.09.2010


108